Le Catacombe di Sant'Agnese

Le catacombe sono aree sotterranee che nascono tra la fine del II e gli inizi del III secolo d.C., adibite alla sepoltura e alla commemorazione funebre dei membri della comunità cristiana. Questi sepolcreti venivano scavati principalmente nel tufo e nella pozzolana, come pure in altre tipologie di terreno caratterizzate da facilità nella lavorazione e grande resistenza, tali da garantire la creazione di complessi sistemi di gallerie e cubicoli strutturati su diversi piani.

Alcuni di questi ambienti sono riccamente decorati, altri hanno ospitato le tombe dei martiri che nel corso del medioevo hanno attirato la devozione di numerosi pellegrini.

Via Nomentana, 349 - Biglietteria Via di S. Agnese, 3

Preis

€ 13,00
(di cui € 3,00 diritti di prenotazione)

Dauer

30 minuti

Gallery

Beschreibung

Sant' Agnese è una martire romana assai celebre e venerata: vi sono buoni elementi per crederla martire al tempo di Decio o di Valeriano, anche se alcuni la ritengono vittima della persecuzione di Diocleziano.

Morì a soli 12 anni: papa Damaso riferisce di un rogo in cui la santa si sarebbe gettata. Dopo il martirio, il corpo della piccola Agnese fu deposto in un ipogeo di proprietà della sua famiglia, sulla sinistra della via Nomentana, ove già esisteva una necropoli di superficie con tombe singole e mausolei.

Da questo ipogeo originario, con l’inserimento della tomba venerata, si svilupperà ben presto nel sottosuolo una vasta rete catacombale comunitaria.

Oggetto di particolare attenzione fu la tomba di Agnese che al tempo di papa Liberio (352-366) fu ornata con lastre di marmo: una di queste lastre è probabilmente quella esposta attualmente nello scalone d’ingresso della Basilica onoriana e che rappresenta una giovanetta in atteggiamento di orante fra due pannelli con motivo geometrico.

Anche papa Damaso (366-384) intervenne sul sepolcro di Agnese: l’iscrizione che dedicò alla martire è oggi affissa nello scalone.

La profonda devozione che nutrirono nei secoli i romani per la giovane martire concorse ad abbellirne il suo santuario con una serie di edifici in superficie.

A poca distanza dalla sepoltura venerata della martire, forse in un terreno di proprietà imperiale, fu realizzata per volere di Costantina (o Costanza), figlia dell’imperatore Costantino e grande devota di Agnese, una Basilica a forma di circo romano con atrio.

Onorio I (625-638) innalzò l’attuale Basilica sulla via Nomentana che si presenta seminterrata, raggiungibile dal maestoso scalone; l’interno, preceduto da nartece, è a tre navate, al di sopra delle quali corre un matroneo.

Il mosaico del catino absidale è una splendida testimonianza dell’arte musiva romana altomedievale: rappresenta Agnese tra papa Onorio, che reca in mano un modellino della chiesa, e, probabilmente, papa Simmaco.

Tariffe di accesso (inclusi costi di gestione)

Biglietto intero € 13,00   (Biglietto € 10,00 + Diritti di prenotazione € 3,00)

  • Il biglietto include la visita guidata in lingua con personale interno delle Catacombe (per le lingue disponibili vedi sotto) ed i diritti di prenotazione.

Biglietto ridotto € 10,00   (Biglietto € 7,00 + Diritti di prenotazione € 3,00)

  • Minori di età compresa tra i 7 e i 16 anni
  • Gruppi costituiti da studenti appartenenti a scuole ed istituti, di primo e secondo grado (età compresa tra 7 e 16 anni)
  • Studenti di archeologia, architettura, storia dell’arte e beni culturali sino ai 25 anni di età compiuti, che si presentano con adeguata certificazione
  • Sacerdoti, religiosi e religiose, seminaristi e novizie, che si presentano con adeguata certificazione

Biglietto gratuito

  • Bambini da 0 a 6 anni
  • Portatori di handicap ed eventuale accompagnatore
  • Studenti del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana (muniti di tesserino rilasciato dalla Pontificia Commissione di Archeologia Sacra)
  • Sacerdoti e suore appartenenti alla Famiglia Religiosa della Comunità Custode della catacomba Professori, insegnanti e catechisti accompagnatori di gruppi (una gratuità per ogni 15 visitatori paganti)
  • Per i gruppi, costituiti da almeno 35 persone, che acquistano il biglietto a tariffa intera, sono concessi due ingressi gratuiti
  • Guide turistiche munite di tesserino in corso di validità studiosi che, documentando l’oggetto della loro ricerca, facciano richiesta specifica alla Pontificia Commissione di Archeologia Sacra.

Informazioni ed accoglienza

  • Data la natura specifica dei luoghi esistono specifiche limitazioni per la visita da parte di persone con diversa abilità.
  • Si consiglia comunque ai visitatori di portare delle scarpe adeguate ad un pavimento antico e non sempre piano, ed in funzione delle stagioni, indumenti adeguati alle temperature dei sotterranei.
  • All’interno della catacomba, è vietato fotografare e fare riprese video.
  • È vietato fumare all’interno dei monumenti

Lingue disponibili per le visite guidateItaliano,Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco

Per altri orari e giorni disponibili scrivere a info@omniavaticanrome.org

Come arrivare con i mezzi pubblici

SANT'AGNESE

Indirizzo: Via Nomentana, 349 / La biglietteria si trova in Via di S.Agnese, 3

  • METRO B1 direzione IONIO, Fermata S.Agnese/Annibaliano
  • AUTOBUS: 90 express (da Termini) – 60 e 80 express (da Piazza Venezia)

Der Wert der Erfahrung

Unsere Verpflichtung besteht darin, Pilgern und Besuchern durch die Katakomben eine Erfahrung der Gemeinschaft mit den Zeugnissen der ersten christlichen Gemeinschaften zu bieten, die auf äußerst eindrucksvolle Weise die Wurzeln des Glaubens und den Horizont der christlichen Hoffnung erzählen und veranschaulichen.

Mons. Pasquale Iacobone

Sekretär der Päpstlichen Kommission für sakrale Archäologie

Posizione GoogleMaps

Sehenswürdigkeiten

In der Katakombe von Sant 'Agnese, dem ersten Bereich, auf der linken Seite der Basilika, wurde das Grab von Agnes eingefügt, ein Ort, der immer verehrt wurde und an dem man noch heute die Urne mit sehen kann die Reliquien des Märtyrers. Nach der Besichtigung der Katakomben passieren Sie die Basilika von Papst Honorius mit dem Apsismosaik aus dem 6. Jahrhundert, das den jungen Märtyrer zwischen dem auftraggebenden Papst und seinem Vorgänger Symmachus unsterblich macht.

mehr lesen

Wenn man die breite Treppe entlang geht, an deren Wänden man verschiedene Funde aus den unterirdischen Räumen bewundern kann, gelangt man an die Oberfläche, wo sich die Überreste der Konstantinischen Basilika befinden, von der nur die Wände mit der von Fenstern durchbrochenen Apsidenkurve erhalten sind ... und das Mausoleum, das Konstantin als sein Begräbnis errichtete. Das Denkmal ist reich an Mosaiken aus dem vierten Jahrhundert, die zu den ältesten Beispielen dieser Kunst in Rom gehören.

ausblenden
€ 13,00
(di cui € 3,00 diritti di prenotazione)

Weitere Erlebnisse hinzufügen