Carcer Tullianum, Foro Romano, Palatino S.U.P.E.R.

Il Parco archeologico del Colosseo amplia la propria offerta al pubblico con un biglietto dedicato alla visita esclusiva del Foro Romano-Palatino e Fori Imperiali, che garantirà l’accesso anche a tutti i siti SUPER (Casa di Augusto, il Tempio di Romolo, Santa Maria Antiqua, Oratorio dei Quaranta Martiri, la Curia Iulia).

Via Clivo Argentario

Prezzo

€ 24,00

Durata

circa 2 ore

I vantaggi

Con un solo biglietto puoi visitare il Foro Romano, il Palatino, i Fori Imperiali e il Carcer Tullianum.

Accesso nell’area archeologica del Foro Romano/Palatino dall’ingresso dedicato sito in Clivo Argentario, e goditi l’Antica Roma senza fare la fila.

Accesso ai Fori Imperiali dalla Colonna Traiana, Via dei Fori Imperiali.

Cosa include

  • Ingresso al Carcer Tullianum con l'ausilio di un tablet. Lingue: italiano, inglese e spagnolo
  • Ingresso Foro Romano, il Palatino, i Fori Imperiali
  • Accoglienza e assistenza con nostro personale multilingue
  • Costi di prenotazione e gestione

Cosa non include

  • L'ingresso al Colosseo, all'Arena e ai sotterranei
  • Tour guidato al Carcer Tullianum, Foro Romano-Palatino, Fori Imperiali
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel “Cosa è incluso"

Informazioni e siti S.U.P.E.R.

Luogo di scambio ed emissione del biglietto

  • Carcer Tullianum, Via Clivo Argentario

Il biglietto è utilizzabile entro un mese dalla data di acquisto, è valido 1 giorno e comprende:

  • Un solo ingresso all'area archeologica del Foro Romano- Palatino e dei Fori Imperiali
  • Ingresso e visita dei siti SUPER ad ingresso speciale a seconda della disponibilità:
    • Casa di Augusto
    • Tempio di Romolo
    • Santa Maria Antiqua con l’Oratorio dei Quarante Martiri e alla rampa di Domiziano
    • Curia Iulia

Gli accessi ai siti SUPER sono contingentati, in quanto conservano preziose pitture che potrebbero risentire di eccessivo affollamento. L'accesso ai siti SUPER sarà a partire dalle ore 9:30 fino ad 1 ora prima della chiusura.

*LA RIDUZIONE TRA i 18 e i 25 anni COMPIUTI (termina il giorno successivo al compimento del venticinquesimo anno di età) E' PREVISTA PER:

  • cittadini europei e con condizioni di reciprocità
  • cittadini di Stati non facenti parte dell’Unione Europea titolari di regolare permesso di soggiorno per motivi di lavoro, di famiglia, umanitari e per motivi di studio rilasciato in Italia dal MAE

Siti Super visitabili clicca qui

Orari di apertura siti S.U.P.E.R.

Orari Foro Romano- Palatino e dei Fori Imperiali:

dal 27 marzo al 31 agosto 2022

tutti i giorni, dal lunedì alla domenica

9.00 – 19.15

Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

______________________________________________________

Dal 1° al 30 settembre 2022: 9.00-19.15

Dal 1° al 30 ottobre 2022: 9.00-18:30

Dal 31 ottobre 2022 al 28 febbraio 2023: 9.00-16.30

Punti di interesse

Museo Palatino

Il Museo Palatino è allestito nell’ex convento delle Monache della Visitazione, costruito nel 1868 sui resti del palazzo di Domiziano. Qui negli anni Trenta del Novecento, venne allestito il nuovo Antiquario Palatino. 

Molti dei materiali rinvenuti nei numerosi scavi che dalla seconda metà dell’Ottocento interessarono il colle Palatino, furono trasferiti al Museo delle Terme (di Diocleziano).

Dopo la Seconda guerra mondiale, solo una minima parte della collezione fece definitivamente ritorno al Palatino.

leggi di più

Negli anni Novanta del secolo scorso il museo fu riorganizzato e riallestito migliorandone la fruibilità grazie anche a installazioni multimediali.

Il percorso si articola su due piani. Al pian terreno, in ambienti che conservano le strutture originarie delle domus preesistenti, è narrata la storia del colle dalle origini di Roma fino all’avvento del Principato (I secolo a.C.). Al primo piano, fra le molte opere esposte, i reperti dell’epoca di Augusto, l’imperatore che per primo modificò l’aspetto del Palatino, i mosaici e le preziose pitture provenienti dalla neroniana Domus Transitoria.

nascondi

Casa di Augusto

Ottaviano nasce sul Palatino nel 63 a.C. e qui decide di collocare la sua dimora, determinando con questa scelta la destinazione a residenza imperiale che il colle mantenne fino alla caduta dell’impero. La casa, che ebbe numerose fasi di vita fino all’epoca flavia, era articolata in una zona di rappresentanza, connessa con l’area templare, e in una privata, entrambe caratterizzate da pavimenti a mosaico e da una raffinata decorazione pittorica.

 

leggi di più

Tra gli ambienti privati è possibile ammirare la “Stanza delle maschere”, che evoca la complessa facciata di una scena teatrale, e la “Stanza dei festoni di pino”, entrambe con semplici ma raffinati tappeti musivi in alternanza bianco-nera.

La parte pubblica si affacciava originariamente su un peristilio porticato e ancora conserva decorazioni pittoriche di altissima qualità,  gli esempi forse più raffinati della pittura romana di tardo II Stile.

nascondi

Casa di Livia

Questa ricca domus privata di I secolo a.C., riportata alla luce da scavi ottocenteschi, è stata attribuita a Livia in base al nome Iulia Augusta inciso su una tubatura di piombo esposta nel tablino (sala di ricevimento).

leggi di più

Si compone di un atrio quadrangolare su cui si aprono quattro locali pavimentati in mosaico, con le pareti dipinte databili intorno al 30 a.C., considerabili tra le testimonianze più importanti del II Stile a Roma.

Sul fondo si aprono, al centro, il tablino e, ai lati, simmetricamente, due stanze.

A destra dell’atrio è invece situato un ambiente interpretato come triclinio (sala da pranzo).

nascondi
€ 24,00

Aggiungi altre esperienze